StePius - poesie e interpretazioni a soggetto

Questi testi sono scritti da me. Sono libere interpretazioni, scritture filosofiche, narrazioni e poesie. Piccole pillole di vita a volte inutili, come la vita stessa, a volte belle, come il sogno ci insegna.

=> Il mio libro per bambini: Filastrocche al cellulare <=

31 ottobre 2016

Halloween night


Halloween night
"Ehi,
come stai?"

Mi basterebbe questo
e forse proprio perchè lo sai
non chiedi niente
e te ne stai sul trespolo
a girare il mappamondo.
Com'è profondo questo silenzio
di spiriti e fantasmi bianchi e neri,
come vagano i pensieri
per le vie mascherate di nebbia:
siamo pipistrelli ciechi
perduti nel viavai,
amari dolcetti,
beffe pennute e calamai
ma mi farebbe sentire più vivo
se mi chiedessi
"Ehi,
come stai?"

30 ottobre 2016

Mentre le cattedrali tornano alla polvere


Mentre le cattedrali
tornano alla polvere
cerco di cogliere il senso
di questo tempo
di nebbia e vino
che lento mi attraversa le vene
ma mi strabordano solo pochi pensieri:
che ti voglio bene,
che questa vita presenta sempre nuovi sentieri
ma siamo noi a scegliere quali seguire,
che morire baciandoti
non sarebbe poi male,
che se anche ogni cattedrale
cadesse per le scosse,
io non tremerei
perchè tenderei la mano per salvarti
tra frammenti di santi e crepe di lesene,
per vivere e guardare avanti
o fosse solo per morire insieme.