StePius - poesie e interpretazioni a soggetto

Questi testi sono scritti da me. Sono libere interpretazioni, scritture filosofiche, narrazioni e poesie. Piccole pillole di vita a volte inutili, come la vita stessa, a volte belle, come il sogno ci insegna.

=> Il mio libro per bambini: Filastrocche al cellulare <=

07 febbraio 2015

Un uomo più semplice


Ho bisogno di purezza,
di diventare un uomo più semplice,
complice ma non complicato:
dov'è il giusto sarà il giusto,
dov'è sbagliato sarà sbagliato.
Ho bisogno di mettere via
le mie paure, la mia malinconia
e non credo che sarà facile
rinunciare a certe sfumature
ma troppe volte mi sono lasciato cadere
dentro ombre scure
di impossibile interpretazione.
Ho bisogno anche di te,
del tuo essere così diverso,
ho bisogno di sentirmi perso
quando ti guardo di nascosto:
io non so ancora
quale sarà il mio posto,
ma non cerco certezza,
ricchezza o fedeltà;
ho bisogno di tutto
ma con semplicità.

05 febbraio 2015

Mi nevica addosso


Mi nevica addosso,
come un coriandolo che non posso afferrare
ma lasciati baciare
almeno in sogno,
ho bisogno di sciogliere
un po' di questo gelo
che avvolge il mio respiro,
che si aggrappa alle mie labbra
e lì rimane
scucito dalle banali trame del mondo.
Sprofondo nel bianco
senza contorno,
non so se ritorno,
certi diamanti sparsi sul selciato
hanno spiegato la ricchezza ai fiocchi
ma i rintocchi del campanile
hanno coperto ogni discorso
e mi rinevica addosso che sembro quasi un pupazzo
col naso a pepita e un imbarazzo strano:
in testa un ti odio, nel cuore un ti amo.

Su ogni seme


Amando te
come se non ci fosse un domani,
senza filosofare troppo
sul fatto che tu non mi ami
e che le tue mani non mi stringono mai.
Raccolgo piano le mie spine
e le passo tra le dita,
gocce rosse su una pepita d'oro:
è così che coloro il mondo
e la sua carne infinita;
chiamala vita
oppure illusione
ma c'è il tuo nome
su ogni seme,
quadri, fiori, picche, cuori
mentre di me non t'innamori.