StePius - poesie e interpretazioni a soggetto

Questi testi sono scritti da me. Sono libere interpretazioni, scritture filosofiche, narrazioni e poesie. Piccole pillole di vita a volte inutili, come la vita stessa, a volte belle, come il sogno ci insegna.

=> Il mio libro per bambini: Filastrocche al cellulare <=

24 gennaio 2008

Paradossi di gentilezza

Paradossi di gentilezza,
ritmo blando che accarezza la schiena:
dimmi almeno se sei sincera
o se stai solo cercando una pezza
per questa tremula luna
che sparge incertezza e malinconia
suggerendo cicatrici ai pazzi
e ai pagliacci la poesia.

14 gennaio 2008

Suggeriscimi l'amore

Suggeriscimi l'amore
in qualsiasi sua versione,
nel nome dello spirito
che scuote le persone,
i simulacri e gli scalpelli.

Suggeriscimi l'amore
parlandomi con gli occhi,
senza troppi non so che,
senza domande o desideri,
senza oggetti nè futuri pensieri.

Suggeriscimi l'amore
in purezza di libagione,
in catena di sangue,
in libertà di tango:
suggeriscimi l'amore
finchè mi sto interrogando.

02 gennaio 2008

Di nuovo instabile

Sono instabile
come l'atrabile che scende e sale,
come l'animale che vive nel bosco,
come tutto quel senso di squilibrio
che conosco ma non governo.
Gira una macina su un solido perno,
mi perdo tra i vicoli di un inferno urbano:
davanti a un cocktail tramo
di fronte al vino medito,
si spengono le luci d'un capodanno satollo:
non c'è colpa nè merito
ma se non tieni barcollo.