StePius - poesie e interpretazioni a soggetto

Questi testi sono scritti da me. Sono libere interpretazioni, scritture filosofiche, narrazioni e poesie. Piccole pillole di vita a volte inutili, come la vita stessa, a volte belle, come il sogno ci insegna.

=> Il mio libro per bambini: Filastrocche al cellulare <=

29 gennaio 2006

Tutto ciò che non sapete sulla storia e non avete mai osato chiedere (I)

La partenza di Colombo per le Americhe
Per festeggiare la partenza di Cristoforo Colombo per le Americhe, la Regina Isabella indisse una cena di gala a cui parteciparono tutti i nobili di Castiglia e di Aragona.
Al momento del dolce i convitati erano un po' brilli, e molti rifiutarono la portata. La Regina però, volle che le prelibatezze fatte cucinare appositamente da mastri pasticceri italiani e francesi venissero gustate fino in fondo. Chiese allora silenzio con un battito di mani, poi ordinò al "festeggiato" di dare il buon esempio.
Colombo, col naso rosso e l'alito intriso di Amontillado, si guardò intorno attonito. Pensò alla focaccia genovese o al Pan di Spagna. Poi, l'idea gli venne dal suo migliore amico: il mare. Schioccò le dita e disse "Garçon, tre creme caravel: Nina, Pinta e Santa Maria!".
Il Re Ferdinando, gonfio di Garnacha, alzando il calice esclamò "Olè". E mai brindisi fu più propizio.